CAOS


pecoranera2Leggendo la cronaca locale non ci si capisce più nulla, politici che si mandano a dire di guardarsi in casa loro, consiglieri che mancano all'appello, capigruppo che saltano…
L'autunno novese sta regalando una serie di scenari che assomigliano sempre più alla classica commedia all'italiana che non ad una seria contrapposizione politica, complice forse il clima ancora da post vacanze.

Bastava leggere Panorama di Novi e il SecoloXIX (per chi vuole approfondire http://ilsecoloxix.ilsole24ore.com/p/basso_piemonte/2009/09/22/AMV1jmwC-scontro_decide_solo.shtml) dei giorni scorsi per notare come da un lato si aprivano le danze sulle presunte spaccature interne al PD in base alle diverse adesioni alle mozioni congressuali, mentre dall'altro si replicava piccatamente sulla mancanza di congressi e dialogo nel PdL (non proprio a torto visti i nemmento tanto velati avvertimenti di Feltri a Fini)
Il tempo ci dirà se la comoda scusa del "dialogo costruttivo" di oggi avrà un reale fondamento e se chi perderà la leadership farà veramente il gioco di squadra o se ci sarà una resa dei conti fra compagni.
Per ora il PD, strada facendo, ha già perso Giannattasio, tesoriere della prima ora pidiina e recentemente approdato con enfasi all'UDC.
UDC che ha il problema di dover spiegare ai proprio elettori dove vuol andare, visto che la strategia seguita è sempre più simile alla politica dei due forni di andreottiana memoria (nonostante PierFerdy s'arrabbi se glielo fanno notare).
Sicuramente la questione "primarie" potrebbe essere la miccia per far esplodere una situazione tutt'altro che calma, con persone che forse vorrebbero più spazio, la spinosa questione Z3 ancora in ballo ed il nodo ACOS ancora da sciogliere.
Su quest'ultimo punto è noto che Camillo Acri può restere in sella alla presidenza ACOS fino alla fine del 2010, mentre in teoria il posto dovrebbe andare a Roberto Rossi, il più votato delle scorse elezioni; il collaboratore di Collina si è detto disposto a dare una mano allo sport novese, ma solo in presenza di un progetto concreto, che per adesso sembra non esserci.
Ovviamente in tutto questo marasma il PdL locale potrebbe giocare una buona partita, se fosse capace di togliersi dallo stato di ibernazione in cui si è chiuso dopo le elezioni, vedremo se il congresso cittadino (quando si farà) porterà ad una rinascita del partito di Silvio.
Di sicuro per ora anche il PdL locale non sta passando un periodo tranquillo, perchè nonostante si dichiari sui giornali che è avvenuta una profonda riflessione sull’esito elettorale, le defezioni di noti esponenti del PdL, che hanno da tempo trovato albergo altrove, fanno pensare ad una spaccatura profonda.
Purtroppo non si è sottratta a questa sorta di malaria politica nemmeno la neonata formazione moncalviana, che già da tempo accusava qualche problema di comunicazione fra consiglieri e da diverse settimana ha il proprio blog malinconicamente fuori linea.
Infatti, oltre alla continua assenza del suo "special one" dalle sedute consigliari tenutesi fino ad oggi, arrivano come un fulmine a ciel sereno le dimissioni di Sofio da capogruppo, forse stanco delle continue sovrapposizioni col consigliere Dolcino o forse non proprio in linea con lo stile adottato in consiglio comunale.
Bisogna riconoscere che Sofio che ha avuto il coraggio di dire "non ci sto", mentre altri avrebbero più comodamente accettato il ruolo fittizio, ma del resto il sottoscritto aveva già fatto notare come, durante la prima seduta consigliare, si notasse il disallineamento fra i due consigliri dei NpL.
Gli elettori che hanno dato fiducia ai Liberi, preferendoli alla Lega, forse oggi non la penserebbero allo stesso modo, vedendo quanto la voglia di protagonismo di alcuni possa prevaricare lo spirito di squadra a scapito dell'ottimo risultato elettorale ottenuto.
Questa girandola lascia un pò frastornati i poveri elettori, la cui unica spiegazione è il totale sbando nel panorama politico novese, ma per fortuna dei partiti per le regionali c'è ancora tempo.

Ermanno Cecconetto

<!– –>

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...