MA CHI CI RACCONTA BALLE?


pecoranera2Ci siamo appena lasciati alle spalle tutto il periodo natalizio, fatto di opulenza cibaria e goduriosa voglia di festeggiamenti, quasi si dovesse cercare il divertimento a tutti i costi, pena un inizio di nuovo anno con meno smalto rispetto al normale, ed eccoci pronti a tuffarci nei saldi, facendo sorgere una domanda: ma allora chi ci sta raccontando balle?

La crisi pare aleggiare sopra le nostre teste come un immenso spettro ululante, eppure di contro le ProLoco ed ristoranti hanno fatto il tutto esaurito per fine anno.
Causa cassa integrazione alcuni guadagnano meno di 800 euro al mese, ma ti basta fare un giro a Milano per vedere negozi presi d'assalto e nei supermercati trovi code chilometriche e scaffali vuoti.
Ti chiedi come mai il gesto di Romano Anfossi, che ha donato l'1% degli incassi dei suoi negozi per 3 mesi per far fare un bel Natale anche a chi è senza lavoro, è rimasto un caso isolato, ma poi ti rendi conto che se altri avessero donato parte del loro incasso non avrebbero potuto piangere miseria e licenziare magari il dipendente part-time con la scusa "sai è la crisi!".
Insomma, ho finito il 2009 chiedendomi cosa volesse fare Novi per i senzatetto senza aver risposte (visto che è palese che i 5 posti messi a disposizione finora sono pochi) ed inizio il 2010 domandandomi effettivamente chi ci sta raccontando fanfalucche, se questa crisi effettivamente sta colpendo tanta gente o se sono solo in pochi "fortunati" a subirne le conseguenze, lasciando spazio ai soliti furbetti per approfittarne senza i dovuti controlli.
Sicuramente c'è poca comunicazione da parte dello Stato (partendo dai Comuni ed arrivando al Governo) sul reale andamento della situazione, o forse (ed è ancora peggio) c'è realmente poca conoscenza e poco controllo.
Infatti quante amministrazioni pubbliche hanno veramente coscienza di come sta impattando la crisi sul loro territorio?
Quante amministrazioni hanno attivato un tavolo di confronto che coinvolga commercianti, artigiani, industriali, consumatori, agricoltori, ecc che possa monitorare l'andamento reale della crisi e confrontare le diverse esigenze?
In tal senso ha sorpresto, e non poco, la conferenza stampa dell'amministrazione novese di fine anno che ha dipindo un quadro molto idilliaco, affermando in modo implicito che a Novi Ligure la crisi non c'è, anzi è l’unico caso, a livello provinciale, in cui il trend degli avviamenti al lavoro è positivo.
Dico ha sorpreso perchè poi la gente ti racconta che non sta così bene ed è lontana dal quel roseo panorama dipinto durante la conferenza stampa e soprattutto come non notare che il Sindaco, scendendo nel dettaglio, ha evidenziato che proprio il polo dolciario risulta il più attivo, con 118 avviamenti in più?
Ecco, dunque, che adesso anche noi comuni mortali possiamo finalmente capire come mai si perdono i 50/70 posti di lavoro della Maruzzella senza batter ciglio e senza troppe rumore da parte di sindacati ed opposizione.
Oramai pare certo che la Maruzzella stia cercando a Serravalle o Tortona un altro posto dove insediarsi, visto che solo OGGI (e non a Luglio) il Comune ha imposto costosi requisiti di coibentazione per evitare presunti inquinamenti olfattivi.
Ma nessuno durante la conferenza ha chiesto se il Sindaco vuole per lo meno chiedere scusa a Mazzola per la brutta figura che ha fatto l'amministrazione novese?
Comunque meglio così, il Sincado ci fa intendere che a Novi la crisi non esiste!
Culliamoci per qualche mese in questo limbo, sperando che alla minaccia di danni di Repetti per la Z3 non si aggiunga anche la Maruzzella per la mancata produzione se entro Settembre non riuscirà ad installare i propri macchinari da qualche parte, perchè sennò oltre ai soldini della Tributi Italia, il bilancio comunale dovrà fare i conti con altri buchi.
E sempre a proposito di buchi, ma se Roberto Rossi non potrà andare all'ACOS (come sembra dopo la finanziaria), come verrà collocato il consigliere più votato?
Semplice capogruppo o rimpasto?

Ermanno Cecconetto

<!– –>

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...