Macchè precari….


Caspar_David_Friedrich,_Viandante_sul_mare_di_nebbiaLa scorsa settimana si è svolta una riunione del consiglio comunale di Novi, dove la scarsa partecipazione popolare dei non addetti ai lavori è oramai cronica.
Uno dei punti all’ordine del giorno ha sollevato un’interessante questione: il comune può far lavorare per 14 anni una persona con continui contratti a termine senza troppe remore, quasi fosse un’azienda con fini di lucro?
La seduta si è aperta con il capogruppo del Pd Bruno Motta che ha letto un comunicato commemorativo sulla legge 300, nota anche come lo statuto dei lavoratori, pertanto si era in tema.
Salvo poi scoprire che non si può parlare di precari al Comune di Novi, perché si è assistito ad una strenua difesa da parte della maggioranza sull’uso di questo termine nella mozione, ma non si è capito come si possono definire altrimenti persone che dopo tanti anni ancora vivono di contratti a termine.
Per carità, è pur vero che in 14 anni uno può anche cercare un’altra soluzione e quindi, come ha velatamente fatto intendere l’assessore Marubbi nel suo intervento fiume, la situazione andava bene anche a quei lavoratori, altrimenti in tutto questo tempo di altre occasioni ne avrebbero trovate. Ma si sa: il posto pubblico fa gola e quindi la speranza di esser uno dei pochi (o tanti, a guardare certi organici) miracolati c’è sempre.
Divertente anche il disappunto del consigliere Moro, che non riusciva a farsi dare la parola.
Purtroppo ho compreso poco il suo intervento, perchè è partito dallo svilimento della figura del consigliere (forse per passare il tempo si potrebbero istituire dei corsi di salsa e merengue), passando per Prodi e terminando con considerazioni di politica nazionale contro il centro-destra.
Stessa piega ha preso l’accorato intervento del consigliere Lolaico, che ha sfruttato l’assist del punto discusso per rimarcare che il centro-destra al governo è brutto, sporco e cattivo.
Non che li voglia contraddire, ma viste le ultime rivelazioni del ministro Bondi direi che la diatriba è tutta interna al centro-sinistra, fra opposizione e governo progressista.
Comunque come lavoratore non ricordo tutte queste meravigliose riforme fatte durante il governo Prodi o D’Alema: non mi pare di aver goduto di ricchi aumenti salariali o di lauti risparmi in busta paga, ma forse ho la memoria corta.
Alla fine il centro-sinistra novese non ha potuto tirarsi indietro su una mozione a favore dei lavoratori (la polemica sarebbe stata servita su un piatto d’argento), e ha salvato la faccia chiedendo di rivedere il tutto in commissione.
Pertanto a Novi ben venga parlare di lavoratori, con tanto di celebrazione dell’omonimo statuto in apertura dei lavori, ma per carità non si parli di precari, che s’arrabbiano di brutto.

Ermanno Cecconetto

pubblicato su Il Nostro Giornale 27 maggio 2010
http://www.regione.piemonte.it/mentelocale/DownloadPaginaGiornale.do?pathPdf=20100527%2FNostro%2520Giornale%2520%28AL%29%2FPDF%2F&nomePdf=ILNOSTRO020G1K_008.pdf&data=27%2F05%2F2010&fp=NjIxNTdhNTA3YjgyNzAyYThkODYxMTE5YmVjMWJkZGZkOGY3OGQ3NA%3D%3D
<!– –>

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...