La Provincia scopre che esiste la val Borbera


Caspar_David_Friedrich,_Viandante_sul_mare_di_nebbiaDopo tanto tempo sembra che l’amministrazione provinciale abbia scoperto che esiste anche la val Borbera. Badate bene però, non sto parlando di scoperte in senso turistico, bensì del fatto che ad Alessandria si sono
accorti che, lungo le Strette di Pertuso, e ingenerale su tutta la provinciale 140 da Serravalle a Capanne di Cosola, piovono giù pietre sulla strada.

È infatti notizia di questi giorni che la giunta, su proposta dell’assessore Moro, ha deciso di avviare uno studio geologico di monitoraggio di tutti i versanti rocciosi presenti lungo la provinciale 140 “della val Borbera”, nei territori comunali di Borghetto Borbera, Cantalupo Ligure e Cabella Ligure, in considerazione dei crolli di blocchi rocciosi sul piano viabile provocati da forti piogge.
Nella nota si legge anche che: “Per la natura e la particolarità delle rocce, gli agenti atmosferici favoriscono il continuo sgretolamento delle scarpate e il distacco di blocchi dalle pareti.
Lo studio mira a favorirne la prevenzione individuando gli interventi più idonei.
Congiunzione viabile importante, la provinciale 140 collega tutta la zona della val Borbera con i centri abitati di Arquata Scrivia e Serravalle Scrivia”.
Questo in seguito alla frana che, nella notte tra venerdì 15 e sabato 16 ottobre, ha interessato le Strette di Pertuso, quando si è staccato un grosso costone di roccia.
E anche (immagino) in seguito all’interrogazione dei consiglieri provinciali del Pdl che lamentano “la mancata manutenzione sulla strada provinciale Serravalle – Capanne di Cosola in località Strette di Pertuso”.
Per chi abita in val Borbera fa un po’ sorridere pensare che debbano esser spesi soldi pubblici per studiare un problema che è ben noto a tutti da anni, e con cui si convive durante i mesi autunnali ed invernali.
Magari in Provincia non lo sanno, ma non sono solo le piogge a far crollare i costoni: ben più insidiose sono le gelate notturne invernali che allargano le fenditure rocciose e rompono il precario equilibrio di massi abbastanza corposi, facendoli precipitare sulla strada e permettendoti di emulare una gara di rally ogni mattina (fatemi citare Kankkunen, anche se solo pochi appassionati ricordano il mitico campione).
Ben venga dunque uno studio geologico, ma non sarebbe bastato svuotare le reti dalle carrettate di detriti che si sono accumulati durante questi anni?
E con un po’ di amarezza devo constatare che ancora una volta ci si dimentica che in alta val Borbera c’è anche Carrega Ligure, la cui strada non è certo priva di costoni rocciosi che cedono allegramente a valle durante l’inverno.
E non penso che Roccaforte o Mongiardino siano messe meglio, benché nella nota provinciale si parli sono di Borghetto, Cantalupo e Cabella.
Ovvio che se ne facciamo una questione puramente di traffico, e della probabilità che un masso caschi addosso ad un’auto, ha molto più senso concentrare l’intervento in quel tratto di strada, ma non sarebbe il caso di prevedere un po’ di manutenzione anche nei tratti meno “blasonati”?
A Carrega cercano di vendere le case ad un euro: forse nel kit dovrebbero però fornire anche un casco antinfortunistico, visto che per la Provincia la strada non merita neanche di esser “studiata”

Ermanno Cecconetto

pubblicato su Il Nostro Giornale 18 novembre 2010
http://www.regione.piemonte.it/mentelocale/DownloadPaginaGiornale.do?pathPdf=20101118%2FNostro%2520Giornale%2520%28AL%29%2FPDF%2F&nomePdf=43-INGI_08.pdf&data=18%2F11%2F2010&fp=Njc2ZDk3YjEzN2M3MDRmZGJkM2RiMWRhOTk0YTIzOGU1ZDA0NmE2Mw%3D%3D

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...