Cittadini e assessori inquieti


Qualche settimana fa su Il nostro Giornale è apparso un articolo che parlava del gruppo facebook dei “Serravallesi inquieti”.
Gruppo aperto a quelli che vogliono che il paese torni a essere quello che era una volta, che auspicano ad una rinascita del centro storico e ai quali piacerebbe tornare a passeggiare per Serravalle senza deprimersi.” come si legge nella descrizione della pagine che lo ospita e sicuramente un gruppo che deve aver suscitato la curiosità di molti e qualche mal di pancia nell’amministrazione comunale.
Sicuramente Serravalle si dimostra ancora una volta un crogiolo di attività e che i suoi cittadini sono pronti a bacchettare i propri amministratori.
Ma non solo, visto che nella pagina del gruppo si possono anche leggere delle proposte interessanti.
Se pensiamo a quanti soldi vengono spesi in sondaggi e inchieste in alcune città, il gruppo dovrebbe esser gradito a politici ed amministratori in generale, perché è un termometro “gratuito” di come i cittadini vedono l’operato della macchina comunale sulla città.
Anzi se vogliamo potrebbe essere un modo per condividere idee, chiedere opinioni, insomma iniziare a realizzare la tanto sventolata “democrazia partecipata” che viene sempre citata, ma poco applicata.
Ovviamente serve una mentalità leggermente più moderna rispetto alla formazione classica che hanno molti amministratori e capisco anche che soprattutto gli amministratori dei piccoli Comuni prediligano il contatto umano rispetto alla rete internet.
Il rapporto diretto con i concittadini è importante, perché serve a stabilire un legame con i propri elettori, ma bisognerebbe anche considerare che molti cittadini lavorano dal lunedì al venerdì, nel fine settimana magari si spostano per riposarsi.
Quindi non recandosi al mercato o dal panettiere tutti i giorni, il rapporto con queste persone potrebbe iniziare sulla rete.
Peccato però che non tutti sembrano apprezzare questa opportunità ed anzi trovano la cosa molto fastidiosa.
E’ la sensazione che ho avuto leggendo la lettera dell’assessore Almagioni.
Questa missiva era indirizzata direttamente al sindaco, quindi escludeva già qualsiasi voglia di confronto con chi stava criticando, ma mi ha colpito soprattutto l’incipit iniziale:
i mugugni dei Serravallesi sono come un rumore di fondo: tanto continuo e persistente che si fi nisce per non udirlo quasi più”.
Non ho idea di quanti mugugni senta l’assessore, ma penso che rispondere alle esigenze della cittadinanza sia fra i compiti di un buon amministratore.
Assessore, non entro nel merito della lettera, anche perché non ho ben capito come si collegava il suo accenno al volontariato con il resto delle critiche.
Mi permetta solo di farle notare che scrivendo al sindaco, sentenziando il suo punto di vista e senza dar modo di sviluppare un contraddittorio con chi ha criticato, ha perso una magnifica occasione per dimostrare a tutti (non solo ai suoi concittadini) che è pronto a mettersi in discussione.
Cosa non da poco, in questo periodo di pochezza politica.

Pubblicato su Il Nostro Giornale 03 Novembre 2011
http://www.regione.piemonte.it/mentelocale/DownloadPaginaGiornale.do?pathPdf=20111103%2FNostro%2520Giornale%2520%28AL%29%2FPDF%2F&nomePdf=41-INGI_07.pdf&data=03%2F11%2F2011&fp=ZmI3ZDkyM2UxZmMwNzJhNzM4ZTEzZTQ4ODMzMzIzNjdmYzYzNTcyMg%3D%3D

Annunci

4 thoughts on “Cittadini e assessori inquieti

  1. Caro Ermanno , grazie per il pubblico apprezzamento per il nostro gruppo.
    Ho il prurito di sparare due luoghi comuni:
    1) Se la montagna non va a Maometto, Maometto si rimbocca i calzoni e raggiunge la montagna.
    2) gutta cavat lapidem… e quel che segue.
    Noi abbiamo il passo buono e possiamo, anche se col fiato corto e l’affanno, arrivare dove gli altri non osano e, soprattutto siamo pertinaci, fiduciosi nel buon senso e nelle nuova tecnologie.
    I risultati non tarderanno ad arrivare.
    Continuerò a seguire il tuo blog.
    Arrivederci
    Ben

  2. Pingback: Cittadini e assessori inquieti - Il Rovescio della Medaglia - Webpedia

  3. Pingback: AlessandriaNews, blogosfera.. | i cittadini prima di tutto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...