Verdi pascoli padani


Recentemente ho letto la lettera pubblica dell’onorevole Oreste Rossi, meglio conosciuto come Tino, in cui fustiga tutti gli espulsi e gli abbandoni leghisti, andando giù duro in pieno
stile bossiano su avversari ed alleati.
Un j’accuse in cui entra a gamba tesa anche nella vicenda legata a Riccardo Molinari e rivendica il desiderio (per altro mai palesato pubblicamente prima della caduta del governo Berlusconi) di chiudere defi nitivamente l’alleanza col Pdl.
Per quanto riguarda la sentenza della Cassazione contro l’elezione di Riccardo ritengo si tratti di un colpo veramente basso, sia perché in Regione siedono altri eletti che avrebbero la stessa incompatibilità, ma che sono rimasti al loro posto; sia perché Molinari ha ottenuto 5mila preferenze, staccando i compagni di partito di diverse migliaia di voti, segno che la volontà popolare era quello di mandarlo in Regione.
Viceversa non ho molto capito la stoccata rivolta ai “Leghisti liberi”…
Mi è sembrata solo una facile polemica tesa a screditare il gruppo di ex-leghisti novesi, che non una seria disamina del loro operato.
Per carità, i liberi novesi non hanno certo bisogno che faccia loro da avvocato difensore, ma parlare di “meteora” mi pare azzardato, visto che alla fi ne son riusciti a far eleggere un loro rappresentante in consiglio, nonostante si fossero presentati senza il simbolo di Alberto da Giussano.
Inoltre in consiglio comunale Dolcino è sicuramente tra i più attivi, mentre l’attività della Lega novese ultimamente sembra un po’ spenta.
Parlando poi di Alessandria sembra un po’ troppo facile (e politicamente comodo) chiedere oggi trasparenza sui bilanci e accusare Fabbio di “lesa maestà”.
Viene da chiedere: ma voi negli anni scorsi dove eravate?
I casi sono due: o avete votato sempre il bilancio senza analizzarlo, fi dandovi ciecamente del sindaco, oppure eravate a conoscenza di tutto, ma vi andava bene.
In entrambi i casi non potete “svegliarvi” oggi ed in nome della corsa alla cadrega alessandrina, puntare il dito sugli alleati, parlando di discredito nei vostri confronti.
Ovviamente saranno gli elettori poi a giudicare la vostra condotta, ma questo volersene chiamare fuori appare per lo meno tardivo.
Ma del resto i ferri corti tra Lega e Pdl non si vedono solo nella nostra Provincia, ma da quando Berlusconi ha lasciato l’incarico di presidente del consiglio, tutti i dirigenti leghisti hanno scoperto di esser allergici all’alleanza con il Pdl, cercando di rifarsi una verginità politica che sinceramente sembra poco probabile.
È plausibile che in nome dell’alleanza politica si possa passare sopra a diverse cose, ma leggendo le dichiarazioni di questi mesi sembra proprio che la Lega al Governo non ci sia mai stata.
Eppure leghisti erano diversi ministri, tra cui quello dell’Interno, così come erano romane le palanche che in questi anni hanno portato a casa con gli stipendi da parlamentari.
Soldi che alcune malelingue vogliono impegnati all’estero, mentre chissà quanti imprenditori padani avrebbero gradito una banca col sole delle Alpi che li sostenesse in
questo momento di crisi.
E mentre rispunta fuori il parlamento padano, lascia perplessi che tra i ventisei deputati che hanno fatto ricorso contro la riforma dei vitalizi parlamentari, ben 15 appartengano alla Lega Nord.
Nota di colore: tra i ricorrenti spuntano i nomi di Oreste Rossi della Lega e Roberto Rosso del Pdl. Nemici in politica, ma non a tavola?
Lasciandovi questo amletico dubbio vi voglio anche dire che “Navigare a vista” si prende una piccola vacanza e tornerà al suo posto con il numero del 22 marzo.

Pubblicato su Il Nostro Giornale 1 marzo 2012
http://www.regione.piemonte.it/mentelocale/DownloadPaginaGiornale.do?pathPdf=20120301%2FNostro%2520Giornale%2520%28AL%29%2FPDF%2F&nomePdf=08-INGI_09.pdf&data=01%2F03%2F2012&fp=ZjZkMmVjNTRjOTIxZDJkNmE1ZmEyMjBmNDIyYmI0OGM2Mjc4NmFmNQ%3D%3D

Annunci

One thought on “Verdi pascoli padani

  1. Pingback: Verdi pascoli padani - Il Rovescio della Medaglia - Webpedia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...