Beppe alla riscossa!


Avete visto?
Tutti a dargli del pirla, del rimbecillito e del visionario ed ora?
Non parla più nessuno?
In fondo, visti i risultati, vuol dire che piace e che lo ritenete la persona giusta per guidare il Paese fuori dalla crisi.
Ovviamente non sto parlando di Grillo, che ha sicuramente ottenuto uno strepitoso risultato
Sto parlando di super Silvio, che torna prepotentemente alla ribalta dopo il voto di questa tornata elettorale.
Se Bersani pensava di volerlo smacchiare, il giaguaro Berlusconi l’ha lasciato con lo straccetto in mano e con un colpo di reno se l’è pure inchiappettato per bene.
Dato per bollito, Silvio è riuscito a salvare la faccia, perché diciamocelo onestamente: nessuno di noi avrebbe pensato ad un simile risultato.
Però non riesco ancora a trovare uno dei quasi 7 milioni di italiani che lo hanno votato…
Sembra di esser tornati ai tempi dello scontro DC-PCI, quando mi racconta mio padre che erano tutti comunisti a parole, ma alle elezioni vinceva sempre la dc.
Qui è lo stesso, prendere il 30% dei voti validi, ma nessuno l’ha votato.
Suvvia un po’ di coraggio, se avete deciso di dargli il voto non dovete mica vergognarvi.
Mi piacerebbe capire se il voto dato era pro Silvo, contro Pierluigi o semplicemente perché alla fine sperate veramente nel rimborso dell’IMU.
O vinciamo noi o vincono loro” dichiarava prima delle elezioni Bersani.
Povero Bersani…
Dato per vincente, si ritrova a dover fare i conti con una realtà urticante, ovvero che non solo non ha convinto quel 25% di non-votanti, ma s’è pure perso diversi voti per strada (rispetto al 2008 circa 4 milioni di voti), lasciandoli in buona parte al MoVimento 5 Stelle, che razzola a sinistra quanto a destra.
Beh alla fine è stato un pareggio: la Camera va a Pierluigi e il Senato a Silvio.
Gli è andata male con la Lega, crollata in molte Regioni, perché altrimenti rischiava pure il colpo gobbo di vincere in entrambe le Camere del Parlamento.
Rispetto al 2008 il carroccio ha perso per strada quasi due milioni di voti, segno che l’era Maroni e la scelta di allearsi con Berlusconi non è stata molto gradita dalla base.
Ma lo tzunami Grillo ha fatto altre vittime, lasciando fuori dal Parlamento Di Pietro, Casini e Fini, chissà come sarà dura per loro andare a lavorare, dopo decenni di poltrona…
Il Movimento 5 Stelle non riesce comunque a smuovere i non-votanti, anzi rispetto al 2008 la soglia si sposta ulteriormente in alto, arrivando al 24,8% degli aventi diritto al voto.
Però sicuramente sbaraglia la concorrenza, tanto che nella nostra zona in città come Novi, Gavi ed Arquata risulta il primo partito.
Stessa cosa nei paesini delle Valli limitrofe.
Sembra di vedere la Lega dei bei tempi, quella di “Roma Ladrona”, speriamo solo che l’evoluzione sia meno “trotata”.
In ogni caso, alle prossime Comunali novesi ci sarà da ridere…

Pubblicato su AlessandriaNews 27 febbraio 2013
http://www.alessandrianews.it/opinioni/alla-riscossa-31377.html

Annunci

One thought on “Beppe alla riscossa!

  1. Pingback: Beppe alla riscossa! - Il Rovescio della Medaglia - Webpedia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...