Tav…oli e rotonde serene


Divertente querelle quella scoppiata nei giorni scorsi tra l’amministrazione di Pozzolo e
i sindaci che sabato 9 marzo, in conferenza stampa, hanno chiesto la sospensione dei lavori del Terzo valico.
Pozzolo Formigaro, che durante la conferenza era stata indicata tra i firmatari della moratoria, in realtà non era tra i sottoscrittori del documento e il sindaco, insieme ai consiglieri pozzolesi, ha smentito pubblicamente la presunta adesione del suo Comune.
Alcuni hanno provato ad alzare i toni della polemica, parlando di scandaloso dietrofront del sindaco Silvano alla mercè della minoranza, mentre Alberto Mallarino, rappresentate dei Comuni nel tavolo tecnico regionale, si è dichiarato sorpreso di questa presa di posizione: secondo lui, in fondo, la moratoria non è in contraddizione con la linea adottata da Pozzolo
sul progetto.
Peccato però che, in conferenza stampa, Berutti ha precisato subito che i sindaci non sono contrari all’opera, quindi qualche piccola differenza tra quanto approvato a Pozzolo e quanto proposto quel sabato c’è.
Infatti, approvare una delibera di consiglio comunale in cui si dichiara la contrarietà all’opera è ben diverso dal chiedere una sospensione dei lavori, dichiarandosi però favorevoli.
Se la precisazione di Berutti è stata un azzardo personale, di fatto ha sminuito la durezza del gesto, perché è sembrato dire “non preoccupatevi, basta fare quattro chiacchiere
Chissà chi voleva rabbonire con quella precisazione…
Del resto mi sembra strano che anche Arquata si sia fatta convincere ad aderire all’iniziativa, visto che da sempre manifesta la propria avversione al progetto.
Forse l’idea è stata di inserire tutti i Comuni coinvolti nel progetto del Terzo valico per dare maggiore peso alla richiesta, nella (vana) speranza che Regione, Rfi e Cociv ne tengano conto.
Da anni oramai questi enti ignorano le richieste di incontri e di chiarimenti, perché in fondo, cari sindaci, vi hanno dato quello che volevate: a chi una rotonda, a chi un marciapiede, a chi niente (leggasi Serravalle); ora cosa cercate?
Maliziosamente in molti hanno notato che questa moratoria arriva subito dopo le elezioni, che hanno visto vincere quasi un po’ ovunque il Movimento 5 stelle, ma i Comuni interessati si difendono dichiarando che solo oggi sono stati avviati i due osservatori regionali e ci si è potuti confrontare insieme.
Ohibò!
Questo vuol dire che prima non vi siete mai confrontati?
Si parla del progetto da decenni e solo oggi vi “confrontate serenamente”?
E perché non “confrontarsi serenamente” anche con i cittadini, aderendo alla richiesta di referendum fatta da Pozzolo l’anno scorso?
Il problema dell’amianto, l’isterilimento delle fonti e l’analisi sull’uso delle linee esistenti, sono tutti temi su cui si dibatte da anni…. voi che ci tenete a confrontarvi dove avete vissuto fino a oggi?

Pubblicato su Il Nostro Giornale del 21 marzo 2013
http://www.regione.piemonte.it/mentelocale/DownloadPaginaGiornale.do?pathPdf=20130321%2FNostro%2520Giornale%2520%28AL%29%2FPDF%2F&nomePdf=11-INGI_03.pdf&data=21%2F03%2F2013&fp=ZjMzNWE3NGYyOTFmYjM2OTBlODQwMTJjMmJhNTkxNTg1Y2U5M2IwNg%3D%3D

Annunci

One thought on “Tav…oli e rotonde serene

  1. Pingback: Tav…oli e rotonde serene - Il Rovescio della Medaglia - Webpedia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...