TPL ovvero Troppo Poco Lucro?



Appare davvero una triste epopea la sorte del trasporto pubblico locale che si sta trascinando da mesi se non anni.
Casse perennemente vuote, corse tagliate, promesse non mantenute…
Un insieme di responsabilità politiche e non che coinvolge un’ampia fetta di partiti vecchi e meno vecchi, che si sono susseguiti al comando sia delle istituzioni, sia dei consorzi.
Stupisce che la Prefettura di Alessandria, in occasione dello sciopero del personale Arfea, abbia emanato un’ordinanza di precettazione dei lavoratori già inseriti nelle turnazioni.
Per prevenire eventuali pregiudizi ai diritti della persona costituzionalmente tutelati” è stato comunicato dalla Prefettura e da pendolare apprezzo l’intenzione di creare meno disagi a chi usa i mezzi pubblici, ma mi piacerebbe anche che si “precettassero” le istituzioni per pagare il dovuto, a tutela dei lavoratori che ogni giorno con serietà ed impegno ci scarrozzano in giro.
Una sorta di blocco dei bilanci: se non paghi i debiti, non puoi spendere o posticipi pagamenti di cose superflue, come ad esempio i rimborsi elettorali.
Dalla Regione pare sia arrivata l’ennesima promessa: a Giugno pagherà!
Nel contempo si parla già di tagliare altre corse per ridurre i costi, col risultato che al di fuori delle fasce mattutine e serali affollare dai pendolari, chi vorrà muoversi dovrà necessariamente usare l’auto, mentre per chi non ha l’auto sarà molto difficoltoso raggiungere i centri zona.
Specialmente per gli anziani sarà un calvario, costretti ad elemosinare passaggi ad amici e parenti, con ovvi disagi soprattutto psicologici.
Eppure tra i doveri di una buona amministrazione pubblica dovrebbe esserci anche la tutela dei propri amministrati, ma sembra che la politica al giorno d’oggi sia più impegnata ad autoreferenziarsi che non a pensare al bene comune.
Ovviamente non ci pensa alle conseguenze: meno bus in circolazione equivale a più auto in giro e quindi a più inquinamento; meno persone possono muoversi equivale a meno commercio, perché se vai a fare un giro al mercato magari poi ti fermi a prenderti un caffè, il giornale, ecc.
Non va meglio al trasporto su ferro, dato che ad ogni cambio orario stagionale si perdono corse e vagoni.
Personalmente usufruisco della bellissima linea Alessandria-Mortara-Milano e i disagi sono all’ordine del giorno, non ultimo il fatto che i treni più usati (7.40 e 18.40) sono sempre strapieni, ma Trenord e Trenitalia non intendono aumentare le carrozze (perché oltre i 7 convogli deve mettere due controllori al posto di uno) e non intendono usare nemmeno quelli a due piani, perché non ce ne sono abbastanza (??).
La domanda sorge spontanea: come fa un controllore solo a verificare biglietti e abbonamenti di 7 carrozze stipate di gente?
Ovviamente non può, perché fisicamente non riesce a passare da una carrozza all’altra, col risultato che si premiano i tanti furbetti che viaggiano senza biglietto e i molti che stufi di questa situazione non pagano più l’abbonamento.
Insomma in entrambi i casi si pensa solo ai costi e non alle conseguenze, che spesso portano ad aumentare le perdite (meno biglietti e abbonamenti venduti) e danneggiano irreparabilmente il trasporto pubblico, perché alla fine si torna ad usare l’auto, unico mezzo di trasporto che ti assicura la partenza e l’arrivo.
Secondo quando dicono Cota e Maroni, Piemonte e Lombardia sono le Regioni che trainano l’Italia, ma se questo è lo specchio di come le gestiscono, forse i loro elettori dovrebbero fare qualche domanda…
La prima potrebbe essere: perché non avete tagliato i costi della politica a favore del territorio, che in campagna elettorale volevate difendere?

Pubblicato su NoviOnLine il 24 maggio 2013 – Leggi l’articolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...