Moschee e vespai



Stupisce, almeno personalmente, la polemica che si sta (ri)sollevando a Novi per lo spostamento del centro di cultura islamica.
Dal maggio scorso pare che la Lega abbia dichiarato guerra alla costruzione di un nuovo centro che la comunità islamica vorrebbe costruire a Novi o, volendo dirla con lo slogan dei loro manifesti:
“No alla moschea!”.
La questione in realtà è datata, perché già nel 2009, durante la campagna elettorale, la Lega aveva fatto dei manifesti che ritraevano piazza della Collegiata zeppa di musulmani in preghiera, mettendo in imbarazzo il loro candidato sindaco.
Oggi tornano alla carica raccogliendo firme per una petizione contro la concessione del Comune sulla costruzione del nuovo centro e già qui si palesa l’evidente contraddizione: moschea e centro culturale non sono la stessa cosa.
Poi, sinceramente, se a Novi costruissero veramente una seconda basilica di Santa Sofia (quella mostrata nei manifesti padani) penso che solo per il flusso turistico che ne deriverebbe, commercianti e artigiani non sarebbero così contrari…
Se non si tratta di moschee e dato che la religione musulmana non rientra nel concordato, cosa vogliono questi pericolosi musulmani?
Semplice: farsi vendere dal Comune un terreno su cui costruire un nuovo centro, più capiente e accogliente di quello attuale.
Apriti cielo, anzi apri il vespaio!
Eppure basterebbe informarsi un poco per scoprire che a Novi il centro culturale non sarebbe una novità, ma esiste da più di 20 anni, quindi se la questione è di “ordine pubblico” doveva nascere ben prima.
Se si teme che si pratichi l’intolleranza verso le altre religioni e via dicendo, come mai ci si pone la domanda solo dopo 20 anni?
Mi pare che vent’anni fa la Lega esistesse già…
Sicuramente a Novi la presenza di persone di fede musulmana sta diventando sempre più alta, quindi è normale che le esigenze di queste persone non siano più quelle di prima.
Ci si chiede dove prenderanno i soldi per realizzare il centro, quasi a suggerire che la provenienza non sarà pulita, ma davvero crediamo che Novi sia il centro del mondo e che proprio qui vengano ad investire gli integralisti?
Resto di fede cattolica, ma penso che far la guerra ai centri islamici non riporterà la gente nelle nostre chiese e ritengo che sia meglio avere un bel centro culturale dove queste persone possono ritrovarsi alla luce del sole, che non ghettizzarli e costringerli a ritrovarsi qua e là.
Altrimenti si fa il gioco di chi fomenta l’odio religioso e allora si che la Jihad, intesa come guerra, avrà terreno fertile.

Pubblicato su Il Nostro Giornale 20 giugno 2013 – Leggi l’articolo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...