Impresentabili e fieri!



E’ polemica sull’elenco di persone (o personaggi) che per vari motivi si possono annoverare come “impresentabili” e che sono stati invece presentati come candidati alle elezioni del 31 maggio. Si fa dal nostalgico del ventennio alla moglie del killer, passando per indagati, condannati, riciclati e trasformisti. Insomma tutto un bestiario che non invoglia certo un cittadino ad andare a votare e che ha portato all’assurdo appello di alcuni dirigenti di partito a chiedere ai proprio elettori di non votare gli impresentabili per non farli eleggere.
Il casus belli sono le regionali della Campania, che vedono Caldoro (Forza Italia) e De Luca (PD) accusarsi a vicenda di aver caricato a bordo di tutto pur di vincere. Il primo si dice garantista, mentre il secondo risponde di non aver controllato e fedele al suo personaggio rude alle critiche di Renzi in un fuori onda sbotta: “ma quale cazzo è il problema? Opportunità? Io per opportunità non voterei nemmeno Schifani o Lupi, eppure stanno nella maggioranza. Che Paese di merda, fanno venire proprio lo schifo”.
Ai posteri l’ardua sentenza sul giudizio del nostro Paese in questo periodo, ma su una cosa credo si possa dar ragione a De Luca, ovvero che il titolo di “impresentabile” cambiano in base all’opportunità politica e spesso quello che ieri era impresentabile, oggi non lo è più.

Adesso pare ci penserà SuperRosy, che dall’alto del suo scranno nella commissione AntiMafia ha deciso di vederci chiaro, per fornire ai cittadini un vademecum per individuare i nomi da non scrivere sulla scheda elettorale. In pratica per gli elettori oltre al danno di avere personaggi “impresentabili”, la beffa di non doverli votare, pena la loro colpevole elezione in Regione.
Però spiegatemi una cosa: le segreterie dei partiti cosa ci stanno a fare? Come mai nessuno ha chiesto pulizia all’interno del proprio partito? Questi nomi saranno pur stati proposti da qualcuno, qualcun altro avrà fatto la lista delle persone da candidare e via dicendo, ma tocca al Parlamento (nella persona della Bindi) dire alla gente quali persone votare!

Tutto tace, evidentemente le liste dei candidati spuntino magicamente sul tavolo dal nulla all’insaputa delle segretarie locali, regionali e nazionali ed allora non c’è nemmeno da discutere: non è colpa loro, poverini. Anche in Liguria è scoppiato il caos, ma qui gli impresentabili erano tra i sostenitori delle primarie diRaffaella Paita (PD), dove è emerso un prestanome della ‘ngrangheta.
Ovviamente sono sicuro che il tutto si sarà svolto all’insaputa della candidata, ma il partito non ne esce proprio pulito, specialmente dopo che anche Burlando, sponsor della Paita, qualche tempo fa era finito nel mirino della stampa perché la sua associazione avere ricevuto dei finanziamenti da un altro personaggio in odore di mafiaa.

Ho già sentito parlare di decreti legge per impedire il ripetersi della situazione campana, ma il problema non sono le norme (che già esistono), quanto la volontà politica di applicare anche il più semplice codice etico. In tutto questo caos appare ancora più importante che il 31 maggio ogni cittadino si renda conto dell’importanza di andare a votare, perché ricordatevi che impresentabili e affini il loro elettorato ce l’hanno già ben consolidato, bisogna votare gli altri per non farci fregare nuovamente!

Pubblicato su NoviOnLine il 16 maggio 2015 – Leggi l’articolo

Annunci

One thought on “Impresentabili e fieri!

  1. Pingback: Impresentabili e fieri! - Il Rovescio della Medaglia - Webpedia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...