Buon anno populista



Come molti concittadini, anche io ho seguito il discorso di Mattarella di fine anno.
Sto leggendo commenti estasiati per come ha esposto il pensiero di tanti con pacatezza e risolutezza
In pratica il tono sobrio e pacato è servito per servire in tavola l’elenco delle derive pericolose del governo giallo-verde.
E’ stata una presa di distanza confermata dal passaggio sulla importanza di “aver scongiurato la procedura d’infrazione” e sulla drastica compressione del dibattito parlamentare sulla manovra, con una stoccata alle forze di governo ad aprire un confronto con le parti sociali.
Benchè non la pensi come il Presidente della Repubblica, è giusto mettere in dubbio il proprio pensiero e non liquidare come “discorso da vecchio democristiano” quello sentito il 31 dicembre a cena
Mi sono quindi soffermato sul panorama politico che va oltre all’alleanza di governo per capire quale forza polica oggi potrebbe contrastare il populismo
Da una parte abbiamo il PD, partito che oggi all’opposizione ha tutte le ricette per salvare l’Italia dal baratro, mentre quando era al Governo non ha fatto nulla di quanto professa oggi, lasciando molti elettori perplessi tra mille correnti, fughe e abbandoni.
PD che ci ha recentemente regalato una bagarre in aula che faccetta nera levati!
Dall’altra parte troviamo Forza Italia, che tra le tante paure che rivolge sul proseguo di questo governo, paventa una perdita di fiducia all’estero.
Fiducia guadagnata, secondo loro, con il potentato berlusconiano a colpi di corna nelle foto di gruppo o faccette ammiccanti alle first ladies di turno.
Fa ridere pensare che i forzisti, dopo tutto il carosello mostrato in Parlamento con tanto di pettorine blu, vogliano ancora provare a fare accordi elettorali in vista delle prossime amministrative. Se fossi in Salvini ne starei ben lontano…
A proposito: chi ha pagato le pettorine? non ditemi che sono finite sul conto delle spese del gruppo parlamentare vero?
Troppi anni passati a chinare la testa ai dettami europei senza voler provare a cambiare le cose per non perdere voti ha generato danni difficilmente sanabili in questi politicanti.
Sia chiaro: non è una questione di età anagrafica!
Esistono tanti “vecchi” che hanno una mentalità più fresca di tanti giovani, ma è proprio un modo di ragionare spesso basato sul non creare casino perchè “maniman..
Ben venga rinfrescare l’orgoglio di vivere nel BelPaese come nazione di accoglienza e fratellanza come sembra esortarci il buon Sergio, ma parlare di sicurezza non è solo buona convivenza.
Le recenti cronache ci narrano sicuramente di odio, ma anche di gente senza scrupoli che resta impunita per le poche risorse destinate alla Pubblica Sicurezza!
Paure che si materializzano in rapine fatte pistola alla mano come accaduto recentemente a Vigevano.
L’odio poi viene alimentato anche dall’accoglienza “senza se e senza ma”
Non è razzismo dirci che troppi italiani stanno soffrendo la povertà, a partire da quelli più anziani.
Anziani che spesso fanno fatica a pagare il riscaldamento o addirittura il cibo e si ritrovano abbandonati perchè molte risorse vengono destinate ai tanti disperati che provengono da lontano
Ben venga quindi l’accoglienza, ma destiniamo più soldi ai Servizi Sociali, in modo che anche i nostri vecchi siano seguiti adeguatamente!
Parliamo poi di natura, arte e turismo, temi che fanno del nostro Paese una delle eccellenze mondiali
Eppure nel corso di questi anni di decisioni discutibili ne abbiamo viste.
Ne cito una: l’eliminazione del Corpo Forestale dello Stato, che senso ha avuto?
Il risparmio ottenuto è stata poca cosa rispetto alla perdita di controllo del territorio
Per non parlare delle poche risorse destinate al turismo e spesso sprecate: parliamo del flop del sito italia.it?
Oppure che ancora oggi ci troviamo ad avere mille uffici del turismo (nazionale, regionale, provinciale e comunale) che spesso trattano lo stesso argomento e non si coordinano?
Sono tutti argomenti populisti su cui non credo ci sia oggi una concreta risposta impopolare
Concludendo posso anche trovarmi d’accordo con Mattarella che il populismo non è la soluzione ai problemi perchè per alcune questioni bisogna andare contro corrente,
ma il panorama politico attuale è desolante!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...