Arrivederci a settembre

Nell’ultimo numero prima della pausa agostana viene difficile parlare di argomenti stuzzicanti o di questioni scottanti.
Non certo perché i politicanti nostrani (e non) non diano modo di (s)parlare di loro, anzi per fortuna riescono sempre a farne una nuova, fornendo materiale sempre fresco di cui trattare.
Così come esistono argomenti di cui si potrebbe ciarlare “a prescindere” (come diceva Totò).
Continua a leggere

Annunci

Mummie go home

I precedenti miei articoli sulla politica novese hanno risvegliato qualche risentimento non tanto da parte dei diretti interessati citati nella rubrica, quanto in altri “seniores” che appena
hanno subodorato l’idea (per loro malsana) di dover cedere il passo ad eventuali giovani  leve, si sono affrettati a suggerirmi scenari catastrofici dovuti alla mancanza di esperienza.
Continua a leggere

Sognando il cadreghino, prima parte

L’estate si avvicina, le ferie anche ed è tempo di riflessioni sotto l’ombrellone.
Tra le tante chiacchiere da bar che si sentono in questi mesi, inizia a tener banco la corsa alla cadrega di sindaco a Novi.
In tanti sperano di non rivedere il caos del 2009, quando la competizione elettorale sfociò spesso in illazioni, accuse e relative querele.
Continua a leggere

Facciamo festa

Ogni anno in questo periodo siamo abituati ad alcune certezze:
la fine del periodo scolastico con relativi esami di maturità, i primi veri caldi e infine la Festa dell’Unità a Novi.
Pardon, oggi si chiama Festa democratica, ma per tutti rimane quella dell’Unità o del Pd e Novi è rimasto l’ultimo centro zona che riesce ancora ad organizzarla, come ha dichiarato orgogliosamente la segretaria novese durante la presentazione del calendario della manifestazione.
Continua a leggere

Venti burrascosi

Domenica scorsa si è svolto un bell’incontro sul Monte Chiappo per parlare di sfruttamento industriale delle montagne.
Una bella gita organizzata dal Comitato per il territorio delle quattro province
tendeva a sensibilizzare gli amanti dei nostri monti su diversi aspetti, tra cui i contestati progetti di installazione di impianti eolici industriali nella nostra zona.
Paura immotivata o reale problema?
Continua a leggere

Odore di stantio

Avete presente tutte le dichiarazioni da parte del Pdl sui giornali a proposito di rinnovamento, cambiamento e via dicendo?
Abbiamo letto di formattatori e seniores che chiedono un cambio di rotta e una
boccata d’ossigeno per questo moribondo partito, uscito ben pesto dalle ultime elezioni. Alfano, pur negando l’evidenza e dando colpa all’astensionismo, ha iniziato a parlare di primarie, forse per mettere a tacere i mugugni degli elettori.
Continua a leggere

Pendolari appiedati

Mentre ancora riecheggiano gli slogan No-Terzo Valico in quel di Arquata, il trasporto su ferro fa nuovamente discutere le nostre valli.
Non tanto per commentare clamorose conversione contro quel progetto di fatto improponibile e insostenibile.
Gli esponenti di spicco di quasi tutto l’arco partitico se ne guardano bene dal pronunciarsene apertamente contro e dal PD al PdL, passando per Lega, UDC e cespugli vari, se non si dichiarano a favore evitano accuratamente di proferire parola sul grande buco, forse ignari (o consapevoli) del detto “chi tace acconsente”.
Continua a leggere

Non c’è peggior sordo…

Devo ammettere che agli esponenti del Pd in provincia di Alessandria si può contestare tutto, tranne la caparbietà.
Mentre la popolazione del basso Piemonte contesta apertamente il Terzo valico, loro continuano imperterriti sulla strada del “sì”, incuranti delle conseguenze più volte evidenziate dai sostenitori del “no”.
Però attenzione, il “sì” non è incondizionato!
Continua a leggere