Noi insensibili del Natale

Immagine

Non volevo entrare nella polemica del Natale, ma leggo troppi commenti che non comprendo
Tutti d’accordo che è un anno triste, ma far passare per insensibili coloro che vorrebbero festeggiare il Natale mi sembra un attimo presuntuoso
Sia chiaro: per me il Natale non è un momento da trenini, ricchi premi e cotillons
Pur non sbandierando la mia cristianità, per me la nascita di Gesù rappresenta una giornata di speranza e di calore umano
Sicuramente è bello scartare i regali e vedere la meraviglia negli occhi di chi ami, ma resta principalmente una giornata da passare con i proprio affetti,
perchè ogni giorno la vita ci insegna che non è mai abbastanza il tempo che passiamo con i nostri cari
Prima di scrivere frasi del tipo “voi pensate ai regali mentre la gente muore!” provate a considerare che esistono anche persone che hanno un genitore anziano da solo in casa,
magari lontano dalla propria città e che non ti può vedere perchè non usa un pc o un telefono smart
Persone anziane che spesso sono spaventate perchè con quello che vedono in tv, bombardati dai TG su morti e contagiati, pensano che domani sarà il loro ultimo giorno in vita
Anziani che hanno paura di una brutta morte, perchè il COVID ti soffoca piano piano
O peggio: anziani che hanno già perso la propria metà a causa di questa brutta bestia
Cari moralisti, sicuramente per voi il Natale è solo regali e cenoni, ma io mi sento impotente, perchè non posso abbracciare i miei vecchietti in un giorno speciale, rassicuradoli che noi siamo qui a sostenerli.
Ricordate anche che non ci sono solo gli anziani, ma tante altre persone che a Natale resteranno da sole, perchè non possono rientrare a casa
Certo, loro sono più giovani dei vecchietti, ma non credo che meritino meno rispetto
Ripeto: ognuno è libero di pensare come crede, ma a volte bisognerebbe guardare oltre il proprio naso, aiuterebbe…