Mattarella Bis ovvero la sconfitta dell’Italia!

In evidenza

La rielezione del presidente Mattarella ha segnato la sconfitta soprattutto gli italiani, perché è chiaro che chi oggi siede in Parlamento è totalmente scollato dal resto del Paese.
Infatti, mentre l’Italia sta cercando di ripartire dopo il periodo di crisi guardando al futuro, in Parlamento non sono riusciti a mettersi d’accordo per dare un nuovo volto a quello scranno.
Non solo non c’è stato un accordo prima della scadenza del mandato di Mattarella, ma abbiamo assistito ad una selva di nomi che sono caduti uno dietro l’altro con le accuse/scuse più puerili.
La colpa principale è sicuramente un sistema politico autoreferenziale che si protegge da incursioni esterne (l’avvento di Draghi sul colle avrebbe aperto l’ipotesi ad un governo tecnico bis), oltre a palesi personalismi che hanno deteriorato ogni rapporto.
Conte contro di Maio, Letta contro Salvini e Conte, Meloni che vuole affermarsi come leader del cdx e via dicendo.
Per l’elezione del PdR sicuramente il centro-destra doveva gestire meglio la partita ed il centro-sinistra poteva uscirne meglio.
Invece da un lato si sono mostrati i muscoli prendendo ceffoni dall’interno e dall’altro ci si è comportati come il bambino che avendo la palla, vuole giocare dove gli piace altrimenti non gioca!
Però la colpa maggiore è soprattutto di noi italiani che da tempo abbiamo smesso di interessarci della politica, non soltanto nell’andare a votare, ma anche nel partecipare attivamente alla vita dei partiti.
Quello che oggi vediamo in Parlamento è il risultato di questo menefreghismo italico: è assurdo pensare che magicamente emergano politici nuovi, diversi, interessanti, se il nostro impegno si limita al clic sul social di turno
Ovviamente è normale che la singola persona, anche se dotata di buona volontà, non può mergere in mezzo a tanti che partecipano per interessi personali, ma se ci fossero tanti singoli che voglio cambiare, le cose sarebbero diverse
Ecco perchè quando sento parlare di rifondare il centro-destra, o di pensare a un volto nuovo per il centro-sinistra o altre le amenità simili mi viene da ridere e da piangere allo stesso tempo, perché se non ci sono persone nuove, se non c’è un ricambio, allora si tratta solo di facciata.
Finché gli italiani non capiranno questa cosa andrà sempre peggio perché chi ha intrallazzi e interessi continuerà ad occupare i partiti per farsi eleggere per farsi i cavoli propri, mentre il resto dell’Italia annegherà
Concludendo: grazie presidente Mattarella per aver tolto le castagne dal fuoco a questo gruppo di parlamentari totalmente inutile, mentre a chi si indigna sui social suggerisco di iniziare a fare qualcosa di concreto!