Schettino insegna!

Credo che la tragica vicenda dei treni pugliesi sia l’ennisimo Schettino che sottovaluta l’importanza del proprio ruolo, ma anche in questo caso non ci si dovrebbe limitare a voler linciare il CapoStazione di turno, perchè è assurdo che nel 2015 il viaggio di un treno sia gestito con una telefonata!
Dovrebbero pagare anche quei dirigenti che hanno permesso tutto questo e gli amministratori pubblici toccati da quella linea che hanno fatto finta di non vedere!
Invece come al solito si troverà UN colpevole e si sbatterà il mostro in prima pagina, per sedare la rabbia del popolino e continuare a fare come prima, ovvero prendere dei soldi per gestire e dirigere, ma poi non farlo!
Tanto alla fine ci hanno rimesso le penne 24 sconosciuti e presto non se ne parlerà più.

Annunci

Se il problema si riduce a dentro o fuori…


Durante una delle ultime sedute del consiglio comunale di Novi Ligure è avvenuta una cosa scandalosa: un gruppo di facinorosi è intervenuto per impedire lo svolgimento della seduta consiliare!
Come si vede dalle foto apparse in rete e sui giornali, questo pericolosi figuri erano armati fino ai denti di bandiere NoTav e gridavano così forte da impedire, di fatto, il proseguo del sonnellino da parte del pubblico, abituati ai consueti interventi soporiferi di questo o quello.
Continua a leggere

TERZO VALICO: E’ STATA FATTA L’ANALISI DI RISCHIO PER IL TRASPORTO GPL?

AvantiNoviRicevo e volentieri pubblico dagli amici di AvantiNovi

TERZO VALICO:
E’ STATA FATTA L’ANALISI DI RISCHIO PER IL TRASPORTO GPL?

Nelle ultime settimane l’eliminazione dello shunt ferroviario a nord della città è stata oggetto di dibattito, anche in sede di Consiglio Comunale aperto lo scorso 21 marzo.

Shunt o non shunt, non è questo il solo problema” così Andrea Scotto, presidente di Avanti Novi.

Nella documentazione a disposizione presso il Comune, quella che è anche liberamente consultabile sul suo sito internet o in altri siti ad esso collegati, non abbiamo trovato una chiara valutazione costi-benefici, la revisione dell’elenco e della quantificazione delle opere compensative dopo la modifica del progetto e, soprattutto, l’analisi di rischio per trasporto di sostanze a rischio di incendio o esplosione, ad esempio il gpl.
Continua a leggere

Prove tecniche di alta velocità


Durante le feste è andata in scena il flop del Padania Express. Se ve lo siete persi a fine anno c’è stato il viaggio sperimentale del convoglio superveloce Trenord che doveva collegare Milano e Genova in 55 minuti!  Questo secondo quanto dichiarato all’inizio da Maroni, ma nella realtà dei fatti c’è voluta 1ora e mezza per arrivare a Genova e pur facendo una fermata in meno del Thello, il treno veloce attualmente in servizio sulla tratta, non è riuscito a batterlo. Continua a leggere

Sulla linea Alessandria-Mortara-Milano anche Caronte suderebbe!


Mentre si parla di Grexit e di bolla cinese, la calura estiva si fa sempre più pressante.
Così al posto di parlare dei migranti che continuano ad arrivare in Italia (a proposito alcuni poveracci sono ancora sugli scogli di Ventimiglia, lo sapevate?), sui giornali leggi solo di economisti, di meteorologi e di qualche folle che col caldo perde la testa.
Continua a leggere

Caos ferroviario


Faccio il pendolare da oltre 10 anni, da quando ho trovato il mio primo lavoro come programmatore in quel grande fermento che è Milano.
Per i primi anni ho viaggiato sulla tratta Novi Ligure-Pavia-Milano, poi sono passato alla Alessandria-Mortara-Milano, cambiando quindi anche gestore, perché sono passato da Trenitalia a Trenord.
Continua a leggere

ASTA PUBBLICA DEL CIT, PRESENTE UN SOLO CITTADINO: IO. CHE TRISTEZZA!

ALFARERicevo e volentieri pubblico

Giovedì 30 ottobre ore 10,30 Palazzo Dellepiane, apertura delle buste dell’asta  per la cessione da parte del Comune del 40% della quota di sua proprietà del Cit (Consorzio Intercomunale Trasporti).

Presenti  quattro dirigenti comunali, un rappresentante del Cit ed uno di Arfea, tre giornalisti e come pubblico: io.

Continua a leggere

Piove, guarda come piove…


Tornano le piogge e torna la paura, perché la situazione lasciata dall’ultima alluvione di Ottobre non fa certo dormir sonni tranquilli: smottamenti, frane, allagamenti…
Media e amministratori dicono che sono eventi eccezionali, di quelli che non si sono mai verificati, ma sarà vero?
Basta parlare con qualche amico con  capelli bianchi per ricordare almeno quattro alluvioni: nel 1977, nel 1984, nel 1994 e l’ultima nell’ ottobre scorso.
Continua a leggere

Terzo Valico: la solita minestra


Il consiglio aperto sul Terzo Valico si è dimostrato, per l’ennesima volta, la solita minestra riscaldata.
Come accade ogni volta che si organizzano simili incontri per discutere dell’argomento.
Le posizioni sono note e consolidate, ovvero da un lato chi brama l’arrivo di finanziamenti ed appalti, senza valutare l’impatto reale, e chi ragiona su costi/benefici ed è contrario.
Continua a leggere